sabato 13 luglio 2013

Curiosità da Raifaelia

Reazioni: 
Iniziamo questa rubrica dedicata alle curiosità, parlando appunto di Raifaelia. (Brano tratto da: “Le origini della vita”. Biblioteca Storica della città di Sihlya)

“Il nome Raifaelia fu coniato in seguito a una delle più cruente battaglie che memoria ricordi. La leggenda narra che un tempo tutte le divinità vivessero in pace e armonia, a eccezione di una che bramava la guerra e soprattutto il controllo assoluto sul resto dei suoi fratelli e sorelle.
Il Dio Nakal, custode delle chiavi del Mondo Verligh (terra degli Dei), violò le leggi sacre e cercò di imporre la propria egemonia su tutte le terre create, compresa la stessa Verligh, diffondendo paura e violenza per secoli.
Si dice che la Dea Raifhee, sofferente per le sorti dei suoi fratelli, sacrificò la sua forma divina per tramutarsi in un mondo, invisibile agli occhi di Nakal, che divenne la nuova dimora della sua famiglia o quello che ne rimaneva.
Il nuovo mondo fu chiamato Raifaelia per ricordare la dea che lo aveva generato.”

Chi sono i Pillim? Sicuramente è una domanda che vi siete posti leggendone i riferimenti nella storia. Per rispondere citerò: “Pillim amici o nemici?” ( Cap. 3 di “Come allevare un Pillim”. Sihlya)

Non abbiamo notizie storiche in merito alla nascita del primo Pillim, gli unici riferimenti noti sono tratti da racconti e favole per bambini. Molti pensano a loro come la forma vivente delle antiche divinità del passato, annientate da Nakal e salvate dalla dea Raifhee che diede loro una nuova vita con un corpo diverso. Non tutti gli studiosi sono concordi con questa teoria perché, per la loro particolare evocazione, non è possibile catalogarli tra le comuni razze animali.”


Ultima curiosità del giorno: Yak, Jarak e Burug che diamine sono? (Citazioni tratte da: “Enciclopedia delle specie” Accademia tecnica e scientifica di Thesla)

“Yak: Mammifero erbivoro appartenente alla famiglia dei Bovini. L'aspetto fisico è caratterizzato da una folta pelliccia con lunghi peli di color marrone (le femmine e i cuccioli hanno gradazioni più chiare). Hanno corna piccole e quasi del tutto nascoste dal manto; un lungo ciuffo di peli ricopre la fronte cosi come la parte finale della coda. Gli esemplari maschi adulti raggiungono dimensioni imponenti superando anche i 300 cm di altezza, pesando mediamente oltre i 1000 kg. Benché posseggano tali attributi, è una razza del tutto pacifica, impiegata maggiormente come bestia da soma, animale da trasporto e forza da trazione in agricoltura; inoltre forniscono latte, carne, lana e pellicce. Il loro latte viene utilizzato per produrre grandi quantità di burro.”

“Jarak: Mammiferi pietriferi appartenenti alla famiglia degli Ovini. Si dice che in base al tipo di roccia di cui si nutrono, cambino il colore del manto. Prediligono le montagne, in particolare ne è piena la catena montuosa a Sud si Nortor. La lunghezza del maschio adulto non supera gli 1,30 metri d’altezza mentre la femmina è un po’ più piccola. Non ha un pelo estremamente lungo eccetto sotto il mento e nella parte finale della coda. Hanno corna lunghe e ricurve verso l’alto. Sono facilmente addomesticabili  e quindi maggiormente impiegati per la produzione di lana e latte.”


“Burug: E’ una tra le più  grandi specie di uccello esistenti ma incapaci di volare, sebbene possano compiere balzi estremamente lunghi. Hanno un corpo robusto e tondeggiante, un collo allungato e una testa media. Le loro piume sono molto lunghe, impiegate come ornamento di divise e abiti ma anche in cancelleria. Non sono facilmente addomesticabili perché dotati di una discreta forza combattiva, per questo sono impiegati come cavalcatura dai soldati di fanteria della città di Nortor.”

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi